Progettare

Concorso #Ossoduro
per il design di gadget innovativi
da scrivania

Suggerimenti? Mai! Considerazioni pratiche sulla progettazione

Diciamo la verità, progettare è la parte più divertente per ogni designer.
Qualsiasi creativo continuerà a divertirsi anche dopo aver trovato soluzioni per centinaia di progetti. E’ questo il bello del lavoro che avete scelto… la passione, ma sapere come progettare, affinchè il progetto sia davvero “fattibile”, funzionale ed efficace, richiede conoscenza delle regole, precise competenze e una lunga esperienza.
Già in queste prime righe ho usato vocaboli che presi singolarmente nascondono un intero mondo e quindi meritano riflessione:

  • creare
  • progettare
  • fattibilità
  • funzionalità
  • efficacia

Eh già, sembra scontato ma non lo è: un buon gadget dovrebbe essere “bello”, ma anche funzionale!
Per questo ti vogliamo stare vicino nella fase di progettazione, dandoti qualche indicazione -pratica-

Immagine del committente in vista, per il maggior tempo possibile, sulla scrivania dei clienti

    1. Capire il contesto
      Oggetto da realizzare: Gadget da scrivania
      Target di riferimento: Ufficio e studio dei professionisti, ovunque sia presente una scrivania
      Obiettivo di Marketing: fare in modo che il logo o l’immagine del committente del gadget restino in bella vista, per il maggior tempo possibile, sulla scrivania dei propri clienti
    2. Ricerca
      Ricerca il maggior numero possibile di informazioni sull’esistente in commercio
      Ricorda che anche Giotto copiava Cimabue prima di diventare più grande del suo maestro! La differenza tra i tuo lavoro e quello del passato emergerà dal coraggio che avrai nel portare qualcosa di nuovo al pubblico, aderente alla Tua Personale Visione, e che trasparirà dal progetto. Guarda avanti!
    3. Fai un bozzetto a mano, sulla carta
      Abbozzerai molte idee, non devo certo spiegarti come innescare in te il processo creativo, ai gatti non si insegna ad arrampicare!
      Molte idee ti piaceranno perchè saranno belle ma dovrai scartarle perchè non potranno essere realizzate, perchè saranno troppo costose oppure perchè non risponderanno ai requisiti, ma non temere, arriverà l’idea buona…. finalmente da sviluppare.
    4. Concentrati sulla funzionalità e sui 2 obiettivi principali:
      Immagine del committente in vista, per il maggior tempo possibile, sulla scrivania dei clienti
    5. Pensa in bianco e nero
      Pensa in bianco e nero, i colori non potrai sceglierli perchè  nella realtà saranno quelli dei committenti, ogni volta, necessariamente, cambieranno! Puoi dare spazio al colore quando diventa funzione: parti mobili, sottolineatura della funzione… ma non togliere spazio alle possibiltà di personalizzazione del gadget.
    6. Ingombri
      Attenzione agli ingombri! “sulla scrivania” è diverso da “in mezzo ai piedi”, un gadget fastidiosamente ingombrante finisce nell’armadio, se sei fortunato, oppure vola direttamente nel cestino (perchè tanto è un regalo)… ti è mai capitato? Cerca invece di essere così bravo che il tuo gadget risulti irrinunciabile! Sulla scrivania, nella borsa ed in tasca!
    7. Utilità
      Per me, ad esempio, il valore di un gadget sta nell’utilità. Cose inutili sulla mia scrivania fanno solo disordine! Nei panni di un imprenditore che si trova a spendere denaro per commissionare cose inutili, andrei contro ai miei principi: no spreco, riciclo, riuso, equilibrio costi e benefici… ma questa è solo la mia – personale – visione e non è detto che sia per tutti quella migliore.
    8. Scegli con cura i materiali
      Usare la carta come terreno di sperimentazione è una buona partenza: non dimenticare che con la carta sono stati realizzati realizzate sculture, gioielli, vestiti, hanno costruito mobili e persino cattedrali!
      … Ma il mondo non si esaurisce nella carta: ricordate che potete progettare anche gadget in materiale plastico PVC oppure PPL. Consulta i materiali ammessi ed impara a distinguerne le caratteristiche: hanno diverse proprietà di lavorazione!
    9. Definisci l’esecutivo
      Quando avrai le idee ben chiare potrai realizzare il progetto esecutivo, in Illustrator o meglio, con un CAD.
      Questo è il momento delle quote e della definizione dei dettagli: curali.
    10. Realizza un modellino in carta
      Realizza un modellino di carta in scala 1:1 partendo dall’esecutivo e prova ad usarlo. Se non piace a te, se non è comodo per te, se non è utile per te… non lo sarà per gli altri.
    11. Nomen omen, nomen gadget
      Trova un nome ed una veste grafica al tuo lavoro che racconti il piu possibile del tuo progetto. Come suggerivano i latini, nel nome è svelato il destino degli uomini, ma anche quello dei loro oggetti quotidiani…
    12. Ascolta tutti, ascolta nessuno e buona creatività
      Ascolta pure tutti i consigli ma fai di testa tua, e soprattutto…

Fai con il cuore

Cartotecnica creativa

Fai un tour! Qui trovi il contenuto del nostro demo-box.

Fusion Tack

Porta foglietti personalizzato con la forma del prodotto da promuovere.

Point

Portapenne da scrivania abbinato all'intramontabile post-it. Contiene penne, matite, evidenziatore ed incorpora un comodo porta chiavetta USB. Più ordinato di un cassetto!

Giralò

Decision maker adatto al multibranding. Offre 5 post-it personalizzati con soggetti diversi.

x-lines

Portapenne di design realizzato in cartoncino oppure in plastica PPL

Apollo

Portafoglietti scorrevole che imita la forma dell'omonima navicella spaziale.

Memotack carta che cresce

Block-notes adesivo ecologico con copertina che contiene, all'interno di una speciale tasca, una sagoma personalizzata di cartoncino. Interaa il cartoncino in un vaso per far crescere fiori di campo!

Scopri i prodotti Proramillenote sulla vetrina on line

Scroll to Top